[cmsms_row data_width=”boxed” data_padding_left=”3″ data_padding_right=”3″ data_color=”default” data_bg_color=”#ffffff” data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_color_overlay=”#000000″ data_overlay_opacity=”50″ data_padding_top=”0″ data_padding_bottom=”50″][cmsms_column data_width=”1/1″][cmsms_image align=”none” animation_delay=”0″]105|http://www.pierstefanodurantini.it/wp-content/uploads/2018/03/5-CittadinanzaAttiva-580×812.jpg|project-masonry-thumb[/cmsms_image][cmsms_text animation_delay=”0″]

Da un anno nel XIV Municipio della Capitale, precisamente sulla Boccea poco oltre il G.R.A., alcuni cittadini con uno spiccato senso civico si sono autorganizzati per preservare e tutelare gli spazi collettivi del loro quartiere. Invece di lamentarsi per l’assenza delle istituzioni locali si sono rimboccati le maniche per sistemare e ripulire: strade, giardini, piste ciclabili e altri luoghi comuni che in pochi mesi sono tornati al loro originario splendore. Non si sono limitati a spazzare i rifiuti e tagliare le erbacce, ma autofinanziandosi hanno addirittura acquistato un trattorino con falciatrice che di volta in volta usano ove c’è bisogno. Ecco un esempio virtuoso di cittadinanza attiva.

©2016 Pierstefano Durantini

[/cmsms_text][cmsms_image align=”none” animation_delay=”0″][/cmsms_image][/cmsms_column][/cmsms_row]