[cmsms_row data_padding_bottom=”50″ data_padding_top=”0″ data_overlay_opacity=”50″ data_color_overlay=”#000000″ data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center” data_bg_color=”#ffffff” data_color=”default” data_padding_right=”3″ data_padding_left=”3″ data_width=”boxed”][cmsms_column data_width=”1/1″][cmsms_image align=”none” animation_delay=”0″]93|http://www.pierstefanodurantini.it/wp-content/uploads/2018/03/1-IRA_0046Acquaallarsenico-580×386.jpg|project-masonry-thumb[/cmsms_image][cmsms_text animation_delay=”0″]

Ancora problemi per l’acqua erogata dall’acquedotto della Palombara che serve il centro abitato di Canale Monterano e la zona Prati Lunghi. Dopo i consueti controlli effettuati dalla Asl RMF, il Sindaco Stefani ha dovuto emettere, lo scorso 23 marzo, ordinanza di non potabilità a causa dell’elevata concentrazione di arsenico oltre i minimi stabiliti dalla legge 31/2001. È invece perfettamente a norma l’acqua erogata dal fontanile comunale di Montevirginio e dalla relativa fontana leggera. Dato che la contaminazione da arsenico delle falde acquifere di queste zone è un problema antico che più volte ha creato allarmi, oltre che miscelare non sarebbe il caso di intervenire in maniera strutturale dotandosi di dearsinificatori? Ne va della salute di tutti i cittadini.

©2016 Pierstefano Durantini

[/cmsms_text][/cmsms_column][/cmsms_row]