[cmsms_row data_width=”boxed” data_padding_left=”3″ data_padding_right=”3″ data_color=”default” data_bg_color=”#ffffff” data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_color_overlay=”#000000″ data_overlay_opacity=”50″ data_padding_top=”0″ data_padding_bottom=”50″][cmsms_column data_width=”1/1″][cmsms_image align=”none” animation_delay=”0″]273|http://www.pierstefanodurantini.it/wp-content/uploads/2018/03/IRA_0691-10Dissuasori-580×386.jpg|project-masonry-thumb[/cmsms_image][cmsms_text animation_delay=”0″]

Sono stati installati da circa un anno, ma già danno i loro frutti. E non solo per le casse comunali. Si tratta dei 4 autovelox, due per ogni carreggiata, collocati in Via Roma a Manziana. Tali dissuasori di velocità hanno sostituito i meno pratici dossi artificiali, raggiungendo ottimi risultati dal punto di vista dell’effetto deterrente. Anche secondo la Polizia Locale il bilancio è positivo, visto che le autovetture viaggiano più adagio, rispettando il limite di 50 km/h. Il senso civico e il rispetto delle regole cresce, nel popolo italico, quando c’è il rischio che venga colpito il portafoglio.

©2013 Pierstefano Durantini

[/cmsms_text][/cmsms_column][/cmsms_row]