[cmsms_row data_padding_bottom=”50″ data_padding_top=”0″ data_overlay_opacity=”50″ data_color_overlay=”#000000″ data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center” data_bg_color=”#ffffff” data_color=”default” data_padding_right=”3″ data_padding_left=”3″ data_width=”boxed”][cmsms_column data_width=”1/1″][cmsms_image align=”none” animation_delay=”0″]259|http://www.pierstefanodurantini.it/wp-content/uploads/2018/03/IMG_00000004-5COTRAL-580×508.jpg|project-masonry-thumb[/cmsms_image][cmsms_text animation_delay=”0″]

È iniziata a Manziana la dismissione dell’autorimessa Cotral? Intanto è stata chiusa l’officina, struttura fondamentale per la corretta manutenzione dei mezzi e 4 lavoratori sono stati trasferiti a Viterbo. Ne abbiamo incontrato uno che ci ha espresso tutto il suo disappunto e le sue preoccupazioni.
Ugo Bettarelli da quanto lavora al Cotral e nello specifico all’autorimessa di Manziana? Ci può spiegare cosa è accaduto?
Sono impiegato in questa azienda dal lontano 1979 e lavoravo qui a Manziana, come addetto alla manutenzione dei pullman, dal 1990. Dallo scorso 25 novembre, con soli 3 giorni di preavviso, l’azienda ci ha trasferiti presso l’officina di Viterbo. Il trasferimento non è stato motivato, ma ha sicuramente avuto un certo effetto la lettera della preside della vicina scuola, in merito alla presenza di amianto. Amianto che dovrebbe esser dismesso dal proprietario della struttura attualmente in locazione al Cotral. Questo trasferimento ha creato parecchi problemi a chi lavorava li, penso ai due colleghi che abitano a Roma e saranno costretti a percorrere circa 200 km al giorno. Sarà pesante, visti pure i 3 turni, dalle 5 del mattino alle 20 della sera. In passato era consuetudine trasferire il personale nei depositi vicini come Blera, Cerveteri o Tolfa, invece stavolta la decisione è stata imposta dall’azienda in maniera unilaterale.
Chi è rimasto a Manziana? E come funzionerà la manutenzione dei bus? Ci saranno ripercussioni sul servizio di trasporto pubblico per l’utenza?
A Manziana sono rimasti circa 45 autisti, coi capiturno e il personale addetto alle pulizie. Ora la manutenzione dei pullman è stata affidata a una ditta esterna. Immagini che a Manziana ci sono circa 27/28 mezzi che hanno bisogno di manutenzione continua, non solamente quando c’è un guasto o soccorso in linea, cioè quando un pullman si guasta per strada. Infatti già nella prima settimana di chiusura dell’officina ci sono stati 6 mezzi fermi e non idonei al servizio. Questo è il genere di ripercussioni negative per l’utenza, perché meno pullman efficienti vuol dire corse saltate o soppresse per i pendolari e gli studenti, le categorie socialmente più deboli. Quando tali effetti saranno chiari ai cittadini e di conseguenza agli amministratori locali vedrà quante proteste! Questo è solo l’inizio, temo lo smantellamento futuro di tutto il deposito.
Visto che il Cotral è un’azienda che ha come socio unico la Regione Lazio, che ne pensano il Sindaco di Manziana e gli amministratori dei Paesi limitrofi di questa brillante decisione?

© 2013 Pierstefano Durantini

[/cmsms_text][/cmsms_column][/cmsms_row]