[cmsms_row data_padding_bottom=”50″ data_padding_top=”0″ data_overlay_opacity=”50″ data_color_overlay=”#000000″ data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center” data_bg_color=”#ffffff” data_color=”default” data_padding_right=”3″ data_padding_left=”3″ data_width=”boxed”][cmsms_column data_width=”1/1″][cmsms_image align=”none” animation_delay=”0″]345|http://www.pierstefanodurantini.it/wp-content/uploads/2018/03/IRA_0189-12Terme-Stigliano-580×386.jpg|project-masonry-thumb[/cmsms_image][cmsms_text animation_delay=”0″]

Nel territorio sabatino le terme di Stigliano sono una piacevole oasi di pace. L’incantevole panorama e i servizi offerti aiutano a rinfrancare il corpo e pure lo spirito. Del resto è noto che le terme fanno bene, ma quelle di Stigliano come stanno dal punto di vista economico?
Sembrerebbe infatti che alcuni fornitori lamentino pesanti ritardi nei pagamenti e così pure qualche dipendente.
Questi segnali generano preoccupazione per le eventuali ripercussioni sui livelli occupazionali, peraltro già abbastanza precari, nonché sull’economia dell’indotto, in gran parte locale.
Sarebbe un peccato sprecare questa splendida risorsa naturale, un prezioso valore aggiunto per il territorio. Allora cosa dice in merito a questi problemi la gestione dell’impianto termale? La battiamo questa crisi?

©2012 Pierstefano Durantini

[/cmsms_text][/cmsms_column][/cmsms_row]