[cmsms_row data_width=”boxed” data_padding_left=”3″ data_padding_right=”3″ data_color=”default” data_bg_color=”#ffffff” data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_color_overlay=”#000000″ data_overlay_opacity=”50″ data_padding_top=”0″ data_padding_bottom=”50″][cmsms_column data_width=”1/1″][cmsms_image align=”none” animation_delay=”0″]342|http://www.pierstefanodurantini.it/wp-content/uploads/2018/03/IRA_0008-11Lampioni-Cesano-580×386.jpg|project-masonry-thumb[/cmsms_image][cmsms_text animation_delay=”0″]

Percorrere in auto Via della Stazione di Cesano è di solito abbastanza pericoloso, vista l’esigua larghezza della carreggiata e il poco rispetto dei limiti di velocità da parte di troppi automobilisti. Ultimamente è ancora più rischioso, perché chi si accinge a guidare per questa strada ha come l’impressione di aver alzato un po’ il gomito e viene decisamente distratto dai nuovi lampioni appena installati. A prima vista pare stiano per cadere da un momento all’altro. Infatti non ce n’è uno dritto, ogni palo è particolarmente pendente, va per conto suo e sull’occhio umano l’effetto è disorientante. Certo il lavoro non è ancora terminato e sicuramente, una volta ultimato, sarà a regola d’arte, ma intanto l’effetto ottico allucinogeno-lisergico è assicurato.

©2012 Pierstefano Durantini

[/cmsms_text][/cmsms_column][/cmsms_row]