logotype

Il mio twitter

NCM: Chicago Movers

Mostre fotografiche

Immigrazione al femminile

Parlano di me

WWW.REDATTORESOCIALE.IT 

Islam metropolitano: un affresco dei luoghi musulmani di Roma

Ventotto moschee, decine di centri culturali e di preghiera, 190 nazionalità, centinaia di associazioni e correnti politiche. Sono i numeri dei musulmani romani “uno straordinario Islam plurale si sta tacitamente radicando nei territori, contribuendo alla trasformazione urbana, sociale e politica dell’area metropolitana romana. Esperienze missionarie, di militanza messianica, di ascetismo, all’interno dei processi d’inclusione e di conflitto entro i quali si ascrivono i vissuti di fede, rivelano una complessa rappresentazione polifonica”. È il fenomeno della re-islamizzazione, un vertiginoso espandersi in Italia di movimenti tradizionalisti ed islamisti a carattere internazionale. “Islam Metropolitano” (Edizioni Edup) è il libro della sociologa Alessandra Caragiuli che analizza a fondo la storia e le dinamiche delle centinaia di centri di culto, preghiera, cultura, aggregazione e attività politica legati all’Islam nel territorio di Roma e provincia. Descritto dettagliatamente nella moltitudine di realtà che lo compongono, dai missionari Tabligh, ai praticanti ortodossi filo-tabligh, ai sufi, agli aderenti a organizzazioni politiche, il lavoro è valorizzato dal reportage documentale dei fotografi Alessia Leonello, Laura Montanari, Pierstefano Durantini e Stefano Montesi. Un affresco etnografico dei luoghi dell’Islam metropolitano tracciato attraverso una ricerca di campo durata cinque anni.

 

 

WWW.ORLANDOPIZZOLATO.COM

Io e Michela, alla Maratona di Londra

scritto da Pierstefano Durantini 3 anni fa, in occasione della Maratona di Londra alla quale avrebbe dovuto partecipare Michela Rossi, che perse la vita alcuni giorni prima nel terremoto de L'Aquila. Pierstefano ricorda oggi quei momenti di forte commozione.

La maratona, 42.195 metri di corsa, forse la più ambita tra le discipline dell’atletica leggera, di sicuro la più legata al mito, per i ricordi di olimpiadi cui rimanda, dall’antica fatica di Filippide fino ai giorni nostri.
Per me è la diciottesima in nove anni di modesta, ma appassionata attività di corridore. L’ho sempre considerata una disciplina a se stante. Infatti, ritengo che fino alla mezza maratona è atletica leggera, la maratona no, è fuori, è un’altra cosa, quasi un altro sport, è al di là.
Va rispettata e temuta e solo allora riesce a darti quel qualcosa in più che non sai spiegarti, ma c’è. Quella sensazione che durante il percorso ti fa pensare che sia l’ultima che corri per la fatica che stai facendo, ma poi, appena arrivato non fai in tempo a goderti la soddisfazione per la prestazione, che già pensi alla prossima.
 Continua...

 

 

WWW.LAGONE.IT

Il Comune regala la Costituzione ai nuovi 18enni

Anche Oriolo ha festeggiato, il 2 giugno, la Festa della Repubblica, all’insegna della sobrietà indicata dal presidente Giorgio Napolitano, con un’iniziativa a costo zero per il Comune, ma di importante portata, lanciata da un cittadino, Pierstefano Durantini, che ha voluto donare a sue spese a tutti i ragazzi oriolesi, che compissero 18 anni nel 2013, una copia della Costituzione italiana.
A suo avviso, infatti, la nostra Carta Costituzionale, come scrisse nella missiva del 6 novembre 2012, con cui propose al Comune l’iniziativa, “è troppo spesso colpevolmente dimenticata e non sufficientemente difesa da continui attacchi che arrivano da più parti”.
Oriolo gli è sembrato il luogo più adatto per la sensibilità che ha mostrato in tema ambientale (con iniziative quali la fontana leggera, la raccolta differenziata e il distributore del latte alla spina), tanto da definirlo un paese “illuminato”.
Continua...

 

 

labcreativity.it

 

 

Ma Antonio Piazza è l’ideologo di Monti?

Sbilanciamo la decrescita

 

Topi d’appartamento

 

C’è un’emergenza sicurezza anche a casa nostra? Sono sicure le serrature che proteggono le porte blindate dell’appartamento ove viviamo? Partendo dal presupposto che non esiste nessuna serratura totalmente sicura, allora è opportuno rendere la vita difficile al male intenzionato di turno aggiornandosi. Le forze dell’ordine temono infatti un’estate di lavoro intenso, in cui tanti avranno visite sgradite in casa propria.

Fino a poco tempo fa - dice un fabbro installatore di porte blindate – si poteva affermare che il cilindro europeo fosse il mezzo più sicuro rispetto alla vecchia serratura a doppia mappa, di cui sono ormai disponibili diversi tipi di passepartout in grado di simulare le chiavi originali. Ma non è più così, perché pure il cilindro europeo presenta alcune criticità. Si tratta di quelle serrature dotate di piastra “defender”, la cui funzione satrebbe proprio quella di proteggere il cilindro, che si fissa alla porta con due viti. Se esso sporge troppo, una volta svitate le viti, facendo leva con un tubo d’acciaio, tipo quello usato per le impalcature, con un rapido movimento rotatorio lo stesso viene spaccato mettendo così a nudo la serratura, che potrà poi essere facilmente attaccata dagli arnesi da scasso. Questa operazione, svolta da chi ha una certa competenza in materia, si compie in un paio di minuti e, complice il poco rumore, consente al ladro l’accesso in casa.

Per evitarlo bisognerebbe installare una seconda generazione di serrature a cilindro europeo, il cui particolare profilo del “defender” viene ancorato alla contro piastra della serratura attraverso più sicuri bloccaggi a baionetta che non possono essere forzati dall’esterno, rendendolo così il meno possibile sporgente rispetto al piano della porta, affinché risulti difficile serrarlo con tubi o chiavi inglesi per effettuare lo scasso.

Insomma si tratta sempre di una rincorsa alla tecnica più all’avanguardia, attraverso un aggiornamento continuo, che naturalmente ha dei costi non indifferenti, ma che consente di sentirsi più sicuri in casa propria. Anche se non bisogna mai dimenticare che tutte le serrature si aprono e che quella perfetta non esiste.

©2012  Pierstefano  Durantini

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

...è la stampa bellezza! La stampa! E tu non puoi farci niente! Niente.

da "L'ultima minaccia - Deadline" 1952

Seguimi anche su

  • Facebook: pierstefano
  • Twitter: pierstefano