Prosegue la protesta dei proprietari dell’immobile sito in Piazza Mazzini 7, adiacente il distributore di carburante a Canale Monterano. Un’ordinanza del Sindaco dichiarò oltre un anno fa l’abitazione inagibile, perché i Vigili del Fuoco confermarono la presenza di vapori organici volatili, ravvisando un pericolo di infiammabilità in presenza di eventuale innesco. Nel frattempo i proprietari hanno fatto ricorso al Consiglio di Stato, al TAR e hanno informato con lettera il Presidente della Regione Lazio, la Protezione Civile e la Procura della Repubblica di Civitavecchia. Ritengono azzardato che il distributore, i cui serbatoi hanno superato una prova di tenuta stagna, continui a operare come se nulla fosse, visto che non è stato dimostrato al momento il nesso di casualità tra l’impianto e la presenza delle pericolose esalazioni.
La soluzione appare lontana e intanto una famiglia non dispone del proprio immobile.

© 2015 Pierstefano Durantini

Leave a Reply

Your email address will not be published.