Durante la campagna elettorale la lotta tra le varie fazioni può essere dura, a volte anche aspra, ma mai deve superare certi limiti, né sfociare in minacciosi attacchi personali, anonimi o meno. Si tratta di un limite imposto dalla democrazia, oltre che dalle comuni e condivise regole del vivere civile.
Questa foto è stata scattata a Canale Monterano, ma poteva riferirsi a qualunque altro paese del comprensorio sabatino, così come del resto d’Italia.
Deturpare la bacheca di un partito politico non ha nulla a che vedere con lo scontro politico, è la degenerazione violenta del sano e giusto conflitto elettorale, che così sfocia nel becero teppismo di stampo fascista.

©2011 Pierstefano Durantini