Una gran bella gara quella disputatasi lo scorso 13 dicembre ad Anguillara, che ha visto presentarsi al via di Pazza del Molo circa 400 concorrenti, sia donne che uomini, per la prima tappa del circuito italiano invernale di Trail Running, disciplina sportiva che coniuga la spettacolarità della corsa su strada con un percorso tipico dell’escursionismo.
Infatti gli atleti hanno corso gli oltre 21 km del percorso, che si snodava lungo sentieri e campi tra il lago di Bracciano e quello di Martignano, attraversando torrenti e colline fino a quota 360 mt. circa, da cui hanno potuto ammirare un panorama mozzafiato unico, che permette di ammirare entrambi i laghi. La pioggia e il freddo intenso di una giornata sicuramente poco fortunata dal punto di vista meteorologico, solo in parte hanno infastidito gli entusiasti concorrenti che, immersi nella splendida natura del Parco sabatino, hanno avuto pane per i loro denti tra impegnative salite e ripide discese rese più insidiose dal fango.
Molto soddisfatto l’ideatore di questa competizione, l’ultramaratoneta Carlo Ricci, che l’ha organizzata col fondamentale supporto dell’A.S.D. Anguillara Sabazia Running Club e che al termine affermava che ‹‹in questa seconda edizione abbiamo raddoppiato gli iscritti, tutti sono rimasti contenti e, ci tengo a dirlo, perché di ciò ho avvisato l’Ente Parco, nei giorni precedenti la gara abbiamo ripulito una parte del percorso, che pareva una discarica per la quantità di masserizie abbandonate che abbiamo provveduto a rimuovere (altrettanto esecrabile la presenza di numerose cartucce da sparo, ricordiamo che nel Parco la caccia è assolutamente vietata n.d.r.). Comunque il prossimo anno ripeteremo l’esperienza il 5 dicembre 2010, abbiamo creato una società sportiva ad hoc, l’A.S.D. Trail dei due Laghi, inoltre posso anticipare che per settembre dell’anno successivo abbiamo intenzione di organizzare anche una gara di circa 35 km, il giro completo del lago.››.
Per le classifiche da segnalare, tra gli uomini la vittoria di Giuseppe De Giacomo, che si è imposto, sul filo di lana, sul campione italiano di specialità Marco D’Innocenti col tempo di 1h23’41’’ e tra le donne quella di Anna Giunchi, recente trionfatrice della Corrilaghi 2009, arrivata sola sul traguardo in 1h41’39’’ davanti a Tiziana Nesta giunta circa 4 minuti dopo.

Pierstefano Durantini