È stata depositata presso il G.I.P. del Tribunale di Roma la perizia sulla presunta relazione tra le onde elettromagnetiche emesse dai ripetitori di Radio Vaticana a Cesano e l’insorgenza di leucemie e tumori nei bambini nelle zone limitrofe. Secondo quanto scritto dal perito incaricato nel 2006, dr. Andrea Micheli e dai suoi collaboratori dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, c’è ‹‹stata un’associazione importante, coerente e significativa tra esposizione residenziale all’emittente ed eccesso di rischio di morte per leucemia e linfomi››.
Il direttore dell’emittente della Santa Sede, Padre Lombardi, ha appreso con stupore i risultati di questa perizia e ha detto che presenteranno al più presto le contro deduzioni dei propri consulenti.
Nel frattempo i genitori dei bambini che si sono ammalati in questi quindici anni hanno scritto un’accorata lettera al Papa auspicando lo spegnimento dei ripetitori. Dal tribunale si aspettano invece un nuovo processo per omicidio colposo e che si faccia finalmente giustizia.

Pierstefano Durantini