Vi siete emozionati fino alle lacrime per le prodezze sportive dei fratelli Abbagnale? Avete gioito per l’ennesima medaglia olimpica dell’inossidabile canoista azzurra Josefa Idem? Allora è il caso di mettersi alla prova e dare qualche colpo di remi o pagaia, del resto le docili acque del lago di Bracciano sono tra le più indicate per praticare il canottaggio.
Da oggi sarà un po’ più facile avvicinarsi a questa splendida disciplina sportiva che coniuga la bellezza del contatto con la natura e l’acqua in particolare, con un gesto atletico estremamente performante e salutare. Infatti, grazie a un’intesa raggiunta tra il Comune di Bracciano e la Federazione Italiana Canottaggio (F.I.C.), questa disciplina sarà presto insegnata nelle acque sabatine, per consentirne una pratica sia a livello amatoriale che agonistico.
Il consigliere comunale con delega allo sport Giorgio Merlini si ritiene ‹‹estremamente soddisfatto per questo accordo che è un’ottima opportunità sportiva per la cittadinanza e auspico, anche per gli studenti delle scuole del territorio, che potranno essere coinvolti attraverso appositi piani di orientamento formativo.››.
A tal proposito gli eventuali fruitori, siano essi amatori o agonisti, potranno avvalersi della competenza e dell’assistenza di tecnici federali come Gabriella Bascelli, giovane atleta italo-sudafricana residente a Bracciano, che ha difeso i colori azzurri alle ultime due edizioni delle Olimpiadi (Atene 2004 e Pechino 2008) e che, in qualità di consigliere federale, si è impegnata per il raggiungimento di questo accordo.
Altrettanto importante sarà l’aspetto sociale legato a questa intesa, perché ‹‹tra i progetti che la F.I.C. porta avanti c’è l’attività di ‘adaptative’ rivolta ai diversamente abili – afferma il Presidente della Federazione Enrico Gandola – settore in cui siamo pionieri rispetto ad altre discipline sportive e che ci sta dando molte soddisfazioni, apportando notevoli benefici alla qualità della vita di queste persone meno fortunate.››.
A ospitare le attività di canottaggio sarà il circolo velico Planet Sails di Bracciano che sta attrezzando le proprie strutture anche per ospitare futuri campi scuola estivi e che avrà inizialmente la disponibilità di sei barche fornite direttamente dalla Federazione.

Pierstefano Durantini